Roma e l’amore

Roma e l

Spesso quando si pensa alla città perfetta da visitare con il proprio partner si tende a preferire soprattutto Parigi, universalmente considerata la città d’amore per eccellenza. Tuttavia bisogna riconoscere quanto anche diverse città italiane abbiano il loro fascino in tal senso e tra queste non può di certo mancare Roma, un luogo in cui innamorarsi, tenersi per mano, un luogo da ricordare anche per la magia che lo avvolge.
Tra le rovine di millenni, testimonianza di un passato fatto di gloria, senza dimenticare le mille cupole che, dall’alto dei sette colli, disegnano l’orizzonte.
Ma non occorre trovarsi di fronte ad un monumento per percepire quanto Roma sia romantica, molte sue strade, suoi borghi e piazze risultano romantici, soprattutto ad alcune ore del giorno.

Ecco i luoghi da scoprire

Ed ecco quindi che una volta prenotato il vostro alloggio, come il Floris Hotel, un hotel in via nazionale a Roma, potrete dare il via alla scoperta di questi luoghi unici e particolari.
Una delle passeggiate storiche più care ai romani è quella del Pincio, una delle più belle in assoluto: dalla terrazza alle spalle di Villa Borghese il panorama su piazza del Popolo mozza il fiato. Il parco fu costruito nei primi anni dell’Ottocento e lo stile è neoclassico, come desiderato da Napoleone.
Se poi state passeggiando durante il tramonto non potrete evitare di percorrere la via che utilizzano le automobili per salire sul colle che ospita il Campidoglio, rendendo la veduta sui fori qualcosa di incredibile.
Il Gianicolo, teatro nel 1849 della difesa della Repubblica Romana contro i francesi che vennero chiamati da papa Pio IX per riprendere Roma, rendendo il luogo, dall’Unità in poi, un grande parco pubblico e un memoriale del Risorgimento, nonché il punto da cui vedere tutta Roma: un perfetto connubio tra quello che siamo stati e la magia che regala la vista dall’alto.
 

Il Giardino degli Aranci

Il Giardino degli Aranci fa da sfondo ad una delle scene più belle del film ‘’La Grande Bellezza’’, ma il suo fascino è dovuto alla possibilità di vedere, in Piazza dei Cavalieri di Malta, accostando l’occhio al buco della serratura del portone del Priorato, la magnifica cupola di San Pietro.
Gli alberi che compongono il giardino sono stati tagliati proprio in maniera tale da rendere ciò possibile, rendendo il luogo davvero unico nel suo genere e recentemente impresso nella memoria di molti italiani e non dal regista Paolo Sorrentino che è stato in grado di dare una vita nuova al posto.