Lo smartphone: un bene o un male?

Lo smartphone: un bene o un male?

Dagli anni ’80 ad oggi tantissime cose sono cambiate ma dire che le condizioni della società, nonostante il progresso scientifico e tecnologico, siano migliorate appare quasi un’eresia.
Sicuramente la nostra vita ne ha tratto giovamento perché cose che un tempo erano solo ipotizzabili ad oggi sono pura realtà ma qualcosa in questo lasso di tempo è andato storto.

Dire di chi siano le colpe sarebbe tanto ingiusto quanto poco prudente: il dato oggettivo è che la società muta, alcune abitudine vengono perse e gli usi e costumi si modificano di conseguenza per rimanere al passo con i tempi.

È il caso dello smartphone che ad oggi è diventato la nuova droga degli anni duemila. Grazie ad esso ci sentiamo ‘al mondo ’, senza di esso ci sentiamo persi. Che vuol dire?

Cosa succedesse se…

Prendiamo un adolescente, l’età sceglietela voi. Toglietegli lo smartphone o quanto meno privatelo della connessione internet. Secondo voi cosa succederebbe? Avremmo dinanzi un soggetto probabilmente inetto che distolto lo sguardo dal cellulare ha perso la propria identità: sempre meno ragazzi sanno cosa significhi interagire faccia a faccia, guardarsi negli occhi e vivere nel mondo reale.

Ma oltre a questo avete mai pensato perché gli smartphone costano così tanto? È tutta una conseguenza dell’illogica richiesta di mercato che ne viene fuori.
È vero che esistono modelli che stanno al di fuori di ogni rigore logico in termini di prestazioni ma è sacrosanta colpa dei genitori accontentare i figli regalando loro smartphone che superano i 1000€ di prezzo. Che se ne fanno di un prodotto che con molta probabilità nemmeno sanno sfruttare al meglio? Non significa gettare al vento un quantitativo di denaro così alto per un cellulare?

Modelli accessibili di sicuro affidamento

Per essere al passo dei tempi non dobbiamo illuderci che ‘più costa e meglio è’.
Questa è una favoletta che i ragazzi raccontano ai genitori nel semplice tentativo di stare all’ipotetico passo dei tempi quando in realtà il fine è ben altro.

Siete genitori e volete fare un regalo ai vostri figli? Non fatevi abbindolare da voci e vocine. Esistono smartphone più economici che non hanno praticamente nulla da invidiare a quelli più costosi: per questo vi facciamo una recensione del Samsung Galaxy J5 2017 che nonostante il contenuto costo (non si superano i 200€) abbraccia le richieste di qualsiasi fascia di età.
Veloce (è un quad core) con abbastanza Ram e Rom. Memoria espandibile mediante la microSD: cosa chiedere di più? Senza contare che le due fotocamere sono gioiellini da 13 megapixel…